Ad Aversa (CE) il Capitolo di Investitura di Primavera

TemplarNews.com

Il 30 aprile scorso si è tenuto il Capitolo primaverile di investitura dell’OSMTJ OSMTHU, membro dell’UNITAU (Unione Nazionale Inter-forze/nazionale Templari Attività Umanitarie). La solenne cerimonia, con la quale sono stati accolti nel Tempio nove fratelli Cavalieri, si è svolta nella splendida cornice della chiesa monumentale di Santa Maria a Piazza in Aversa (CE) presieduta dal Priore Cispadano OSMTJ-OSMTH fr. Franco Taraglio, Grand’Ufficiale dell’Ordine.

Hanno partecipato all’evento il Maestro del CMOKT fr. Roberto Amato, il Gran Balivo della Magna Grecia OSMTJ-OSMTHU fr. Gennaro Luigi Nappo, S.E. il Principe Ezio Scaglione di San Giorgio Cavaliere di Gran Croce dell’OSMTJ-OSMTHU e numerosi Cavalieri e Dignitari dell’Ordine Templare.

La funzione religiosa che ha preceduto il rito dell’investitura e dell’accettazione nel Tempio è stata celebrata dal Cappellano dell’Ordine Mons. Luigi De Filippo.

Le cerimonie di investitura dell’UNITAU sono di carattere pubblico ed alle stesse, oltre a familiari ed amici dei nuovi Cavalieri, spesso sono presenti anche semplici fedeli delle parrocchie in cui esse vengono celebrate che assistono composti e rispettosi allo svolgimento del rituale.

Anche in questa occasione tutti i partecipanti hanno potuto assistere ad una cerimonia dal sapore antico in cui il fascino del solenne rituale cavalleresco è formale quanto basta per dare all’evento il giusto senso di sacralità e, nello stesso tempo, è sobrio e gradevole, senza pesantezze e  sofisticazioni barocche.

Il momento più atteso e di maggiore impatto, anche per chi osserva, è sicuramente quello in cui i Postulanti ricevono l’investitura vera e propria, attraverso l’imposizione della spada sul capo e sulle spalle, come avveniva per i cavalieri medievali. Successivamente, da neo-Cavalieri, vengono poi accolti nel Tempio e possono quindi indossare la bianca clamide crucesignata.

Al termine, il motto che fu degli antichi Cavalieri Templari ha echeggiato tra le mura secolari della chiesa di Santa Maria a Piazza: «Non nobis, Domine, non nobis, sed nomini Tuo da gloriam» suggellando così un’altra pagina di storia dell’Ordine Sovrano Militare del Tempio di Jerusalem.

Photo di Michele Castello

Enzo Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Releated

Aversa (CE) – La Candelora dei Templari

TemplarNews.com

TemplarNews.comLa festa della presentazione di Gesù al Tempio, 40 giorni dopo la nascita è un rituale di origine ebraica, in cui secondo la legge di Mosè (Es 13, 2.11-16), ogni primogenito maschio del popolo ebraico era considerato offerto al Signore, e di conseguenza era necessario che dopo la sua nascita i genitori lo riscattassero con […]

La Befana dei Templari a Villa di Briano (CE)

TemplarNews.com

TemplarNews.comContinua l’iniziativa dei Templari nel casertano, dove oggi (05-01-2021) alle 10 presso il Santuario della Madonna di Villa di Briano (CE) si è svolta una manifestazione di beneficenza per l’Epifania per i bambini svantaggiati del Comune. Organizzata dal Balivo del Lazio Laura Pedrizzi con l’ausilio del Guardiano della Fede Raffaele Tagliamonte e del Cav. Umberto […]