Montescaglioso (MT) . Presentazione Libro “Sotto il Segno dei Pesci” e Conferimento della Medaglia di San Giovanni Battista al Gonfalone

TemplarNews.com

Con lettera ufficiale del Comune di Montescaglioso, nell’ambito degli eventi di Matera Capitale della Cultura Europea 2019, verrà presentato il libro della consorella Laura Pedrizzi “Sotto il Segno dei Pesci” il 9 novembre 2019 che seguirà la Conferenza “Templari dal XII al XXI Secolo” nella splendida Abbazia di San Michele Arcangelo di Montescaglioso (MT)

Contestualmente verrà conferito al Gonfalone del Comune di Montescaglioso la medaglia di San Giovanni Battista, mentre al Sindaco Vincenzo Zito verrà conferita la Medaglia dell’Amicizia e Fratellanza Templare

Cenni storici sull’Abbazia di San Michele Arcangelo

La grande e maestosa mole del Cenobio che ancora oggi si impone all’ammirazione per i suoi pregi architettonici, esisteva già nel 1078, ma non si conosce con precisione l’effettiva data di inizio della costruzione (si ipotizza nel 400).

Si sa per certo che Umfredo d’Altavilla, figlio di Tancredi d’Altavilla, fece delle donazioni di terre al convento fino al 1095. Alla morte di Umfredo i Monaci, le cui condizioni di vita erano assai misere, chiesero altre donazioni a Rodolfo, figlio di Umfredo nel 1097 e nel 1099.

La vedova di Rodolfo, la contessa Emma, col figlio Ruggiero, continuò le donazioni elargite dai familiari. In seguito la stessa Emma si impegnò per ampliare la chiesa del convento. Allo stesso tempo molte altre donazioni arrivavano da altri benefattori, che seguivano l’esempio di Emma.

Non mancò neanche l’interessamento del papa Alessandro III, che pose sotto la sua protezione i monaci di Montescaglioso.

Si ebbe così un lungo periodo di fioritura fino al XV secolo quando iniziò il declino dell’Abbazia causato dalle continue guerre.

Nel 1484 Baldassare del Balzo ebbe l’incarico da papa Sisto IV di mettere le cose in ordine, ma non ci riuscì. Successivamente a tale ardua impresa si cimentò poi Pirro del Balzo, conte di Montescaglioso, obbligando i pochi monaci rimasti a lasciare l’Abbazia, poi ripopolata con i monaci della Congregazione di Santa Giustina da Padova.

Il 5 agosto 1910 agli arcivescovi di Acerenza e Matera fu concesso di aggiungere il titolo di abati di Sant’Angelo di Montescaglioso.
Dal 1954 questo titolo sarà appannaggio dei soli arcivescovi di Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Releated

La Befana dei Templari a Villa di Briano (CE)

TemplarNews.com

TemplarNews.comContinua l’iniziativa dei Templari nel casertano, dove oggi (05-01-2021) alle 10 presso il Santuario della Madonna di Villa di Briano (CE) si è svolta una manifestazione di beneficenza per l’Epifania per i bambini svantaggiati del Comune. Organizzata dal Balivo del Lazio Laura Pedrizzi con l’ausilio del Guardiano della Fede Raffaele Tagliamonte e del Cav. Umberto […]

La Consacrazione delle Spade al Tempo del Covid-19

TemplarNews.com

TemplarNews.comLa Pandemia da Covid-19 ha cambiato enormemente le nostre vite e anche le Nostre tradizioni come Templari hanno subito un lieve ma significativo cambi di rotta. Nello Spirito del Templare e del Templarismo, le avversità non sono l’eccezione ma la regola, quella che con quelle scritte da San Bernardo da Chiaravalle, fanno l’ossatura portante del […]